Ultima modifica: 4 luglio 2014

Accordo Formativo

 ACCORDO FORMATIVO

Si stabilisce fra i soggetti che interagiscono un ACCORDO, inteso come DICHIARAZIONE ESPLICITA, PARTECIPATA, TRASPARENTE E COERENTE di impegno formativo attivato attraverso opportune modalità di informazione e di dialogo, stabilendo rapporti di collaborazione nel riconoscimento delle rispettive e specifiche competenze, in modo che venga valorizzato ciascun soggetto interessato e che scuola-famiglia siano coinvolte in un progetto unitario e condiviso:

La Scuola si impegna ad essere ambiente educativo di apprendimento, perseguendo finalità istituzionali formative

La Famiglia si impegna ad esercitare la propria capacità di educare, collaborando con la Scuola nella ricerca di obiettivi formativi condivisi.

A. Accordo formativo nel Gruppo Docenti

Il GRUPPO DOCENTE conosce, definisce, condivide:

• Idee educative (valori, principi, orientamenti formativi);

• Aree di progetto

• Aree di responsabilità collegiale (corresponsabilità educativa, criteri organizzativi di funzionamento, di gestione di spazi, tempi e rapporti con le famiglie);

• Aree della didattica (curricoli, didattiche disciplinari, utilizzo dei mediatori…)

• Modalità di comunicazione interna ed esterna

• Creazione di un clima sociale positivo.

B. Accordo formativo Docenti-Alunni

Si rendono consapevoli gli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria

• dei percorsi didattici proposti

• dell’impegno che viene loro richiesto e delle responsabilità che devono maturare

• delle regole fondamentali dell’organizzazione scolastica

• dei principi cui si ispira la relazione interpersonale tra coetanei e con gli adulti

• dei criteri e delle modalità di valutazione del lavoro scolastico

C. Contratto formativo Scuola-Famiglia

La Scuola, come servizio pubblico, non può prescindere dal rappresentare i bisogni della propria utenza, dal riconoscerne i diritti e sollecitarne e accoglierne le proposte.

La Famiglia entra nella Scuola partecipando al patto educativo, condividendo responsabilità e impegni, nel rispetto reciproco di competenze e ruoli.

La Scuola riconosce il ruolo fondamentale svolto dalla famiglia, quale soggetto primario di riferimento educativo e valoriale dei figli.

La Scuola informa la famiglia:

• sugli essenziali obiettivi di apprendimento

• sui traguardi formativi

• sugli elementi di organizzazione di tempi, spazi, attività

• sui principi metodologici di fondo

• sulle fondamentali regole di comportamento nella scuola

• sulle modalità di valutazione (vedi i Criteri di Valutazione)

D. Accordo formativo con Enti Locali ed Associazioni attraverso convenzioni e collaborazioni

Riguarda gli aspetti di relazione costruttiva e funzionale della Scuola con le Comunità Locali, ossia la realizzazione di attività organizzate in collaborazione con altre Scuole e con soggetti esterni per l’integrazione della Scuola con il territorio.

I finanziamenti dell’Ente Locale dei Comuni di Nave e di Caino nell’ambito del Piano per il Diritto allo Studio, integrando i fondi dell’Amministrazione scolastica, vengono utilizzati dalla Scuola per l’attuazione di Progetti e per l’acquisto di materiale didattico per gli alunni e di attrezzature che migliorino i laboratori della Scuola.

PER LA VERSIONE INTEGRALE VEDI POF




Link vai su