Ultima modifica: 7 ottobre 2016
Istituto Comprensivo di Nave > Criteri formazione delle classi > Formazione sezioni Scuola dell’Infanzia

Formazione sezioni Scuola dell’Infanzia

L’ingresso nella scuola dell’infanzia è un momento di crescita per il bambino, ma è anche un momento delicato per le implicazioni emotivo-affettive che il distacco dalla famiglia comporta.

La scuola dell’infanzia accoglie i bambini nuovi iscritti con uno specifico progetto, il quale se pur ricorrente nella pratica scolastica, è un percorso di straordinaria importanza perché accompagna il bambino e i sui genitori nel particolare momento del passaggio famiglia/nido – scuola, previene la problematicità e cerca di governare il grande cambiamento che il bambino di tre anni vive approdando alla scuola dell’infanzia. Attività mirate sono previste per accogliere i bambini e i loro genitori.

Per i bambini:

  • Attività di “preinserimento” nel periodo maggio – giugno (per dare al bambino una prima conoscenza della scuola e avvicinarlo ai bambini già frequentanti)
  • Tempi di frequenza graduali nei primi dieci giorni di scuola (per gli alunni anticipatari sono previsti tempi personalizzati e più distesi )
  • Attività didattica mirata a favorire un positivo inserimento scolastico

Per i genitori:

  • Scuola aperta nel periodo che precede le iscrizioni (per un primo contatto con la scuola e il personale insegnante)
  • Assemblea prima dell’inizio della scuola (per conoscere le modalità attuative del progetto accoglienza e il funzionamento della scuola)
  • Colloqui con i genitori a conclusione del primo periodo di inserimento (per un confronto insegnanti – genitori dopo il primo mese di frequenza scolastica del bambino e per creare un proficuo rapporto scuola-famiglia)

Per il passaggio d’informazioni, la scuola predispone una griglia di rilevazione che i genitori compilano a conclusione dell’assemblea effettuata prima dell’inizio della scuola.

Tale griglia permette agli insegnanti di raccogliere importanti informazioni relative alla situazione familiare e sanitaria dei bambini.

 

La commissione continuità in collaborazione con le insegnanti della scuola dell’infanzia propone al Dirigente Scolastico i gruppi sezione tenendo presenti i seguenti criteri:

 

  1. Eterogeneità di età (data di nascita).
  2. Distribuzione equilibrata di maschi e femmine.
  3. Equilibrio di presenza di alunni con cittadinanza non italiana (in base alla normativa vigente).
  4. Numerosità (equa distribuzione numero alunni tra le sezioni).
  5. Presenza di alunni anticipatari.
  6. Se possibile, inserimento nella stessa sezione degli alunni che si avvalgono della scelta della materia alternativa.
  7. Eventuali problematiche, valutate dalla dirigenza, presenti e/o rilevate dal colloquio con i genitori.
  8. Divisione di fratelli/gemelli nella sezione (sono fatte salve valutazioni specifiche del dirigente con le famiglie).
  9. Equilibrio presenza alunni con disabilità.
  10. Valutazione delle situazioni di disagio dei minori (accertato dai servizi sociali).



Link vai su